Sei un Dentista?

Scopri come essere visibile su questa e su altre directory

Cerca il Dentista
Dr. Massimo Tabasso

Dr. Massimo Tabasso

Via Novellis, 4 - SAVIGLIANO

Tel: 0172 715096 Cel: 333 3413267

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr. Alessandro Palumbo

Dr. Alessandro Palumbo

Corso Umberto, 35 - 65122 PESCARA

Tel: 085 373328 Cel: 392 9784505

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr. Pierluigi Avvanzo

Dr. Pierluigi Avvanzo

Via Gramsci, 65 - FOGGIA

Tel: 0881 1896231 Cel: 349 8704885

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Implantologia Flapless

L’Implantologia è la branca dell’odontoiatria dedicata alla sostituzione protesica fissa di elementi dentali perduti. Ma che cos’è l’implantologia flapless? Una tecnica implantologica che non prevede la sezione e il distacco della gengiva, ma la pratica di un semplice foro transmucoso per l’inserimento dei perni.

L’implantologia è una scienza che fonda le sue origini in un passato lontanissimo, quando si tentava di sostituire i denti caduti con frammenti di conchiglie e piccoli manufatti metallici. Tentativi che non avevano possibilità alcuna di successo ma che, a distanza di secoli, sottolineano quanto sia sempre stata centrale per l’essere umano la necessità di una dentatura sana e soprattutto completa. Necessità al contempo estetica e funzionale.

La nascita dell’implantologia moderna è strettamente correlata con l’inizio dell’utilizzo del titanio per la realizzazione dei perni intraossei, perni su cui viene poi avvitata la corona dentale. Il titanio è un materiale resistente ed inerte, con notevoli qualità osteointegrative e di biocompatibilità. Esso non provoca il fenomeno del rigetto e quindi garantisce protesi stabili e durature negli anni.

Fino a una decina d’anni fa era molto diffuso l’impianto a carico differito. Prima si studiava a fondo la bocca del paziente tramite esami radiologici, poi si passava all’intervento. Un’operazione complessa da realizzare per l’odontoiatra e fisicamente impegnativa per il paziente. Era necessario tagliare la gengiva con il bisturi, staccarla dall’osso, effettuare un foro nelle ossa mascellari, inserire l’impianto e suturare. A questo punto si lasciava passare del tempo per assicurare il legame tra perno e osso. Infine, se tutto andava per il meglio, si procedeva con l’avvitamento della parte esterna (extragengivale) della protesi.

La tecnica tradizionale è stata superata grazie all’utilizzo dell’informatica e allo sviluppo di software studiati appositamente. Questi permettono l’analisi meccanica e anatomica della bocca del paziente e la simulazione nei minimi dettagli dell’intervento. È nato in questo modo l’impianto a carico immediato. Questa moderna tecnica si avvale di uno studio radiologico molto approfondito delle ossa mascellari, i dati così ottenuti vengono rielaborati al computer. L’odontoiatra, comodamente seduto alla propria scrivania, accede a riproduzioni virtuali del morso del paziente, verifica la solidità delle ossa e sceglie la posizione ideale per inserire il perno, simulando ogni fase dell’operazione. Avendo accumulato tutte le informazioni necessarie, una volta di fronte al paziente, non ha bisogno di tagliare e staccare la gengiva, poiché sa già cosa c’è sotto. Per questo motivo, può praticare la tecnica flapless, tecnica che non prevede alcuna sezione gengivale ma solo la pratica di un foro nella posizione stabilita durante la simulazione. In un solo intervento si assembla la protesi completa ed il soggetto esce dallo studio con il suo nuovo dente, senza perdere giornate di lavoro o avere fastidiose ricadute sul piano della vita sociale.

L’implantologia flapless presenta innumerevoli vantaggi per i pazienti rispetto alla tecnica tradizionale:

  • Necessità di un’anestesia meno profonda;
  • Nessun taglio praticato con il bisturi;
  • Nessun bisogno di punti di sutura;
  • Perdita ematica estremamente ridotta;
  • Minima formazione di edema;
  • Preparazione preoperatoria poco impegnativa;
  • Minor tempo chirurgico necessario;
  • Algia postoperatoria ridotta;
  • Recupero post operatorio rapido.

Inoltre questa tecnica, essendo così rapida e sicura, permette impianti multipli in una stessa seduta o in sedute molto ravvicinate. Soluzione ideale per i soggetti con numerosi elementi dentali mancanti.

L’implantologia flapless può essere applicata su tutti i pazienti, a meno che non presentino specifiche controindicazioni. In particolare vengono esclusi i soggetti con ossa mascellari non adatte, poco spesse e poco dense. Su questi bisogna intervenire alzando la cresta ossea, tramite il rialzo del seno mascellare, se l’impianto riguarda l’arcata superiore, e l’apposizione di osso autologo o eterologo, se l’impianto riguarda l’arcata inferiore.

È superfluo aggiungere che qualsiasi paziente, potendo scegliere, preferisce di gran lunga l’implantologia flapless. Dopo una sola seduta, questi può uscire dallo studio odontoiatrico con la sua nuova dentatura, perfetta sia dal punto di vista estetico sia dal punto di vista meccanico e funzionale. Torna a casa senza punti di sutura, gonfiore o fastidiosi dolori. Pronto a riprendere da subito una normale vita lavorativa e sociale.

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei un Dentista? Per la tua pubblicità Scrivi a: staff@dentisti-italia.it